Veicoli

1. Quali categorie di veicoli sono agevolabili?

Sono agevolabili le seguenti categorie di veicoli:

  • automobili (categoria M1);
  • ciclomotori e motocicli a due ruote (categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e).

 Categoria M1

  Categoria L

Nuovi di fabbrica

Nuovi di fabbrica

Producono emissioni di CO2  non superiori a 70 g/km

Elettrici o ibridi

Sono stati acquistati ed immatricolati in Italia nel periodo dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021

 Acquistati ed immatricolati in Italia nell’anno 2019

Il prezzo (da listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice) sia inferiore a 50.000 euro compresi optional, esclusi IVA e messa in strada (ovvero spese relative all’immatricolazione della vettura, l’IPT, le spese di trasporto ecc.).

 

2. Quali sono, nel contesto della misura, i veicoli a basse emissioni complessive?

Per veicoli a basse emissioni complessive si intendono i veicoli rientranti nella categoria M1 con emissioni di CO2  non superiori a 70 g/km.

3. Come si definiscono, nell’ambito della misura, i veicoli a due ruote a trazione elettrica, ibrida?

Veicoli a trazione elettrica: veicoli dotati di motorizzazione finalizzata alla sola trazione di tipo elettrico, con energia per la trazione esclusivamente di tipo elettrico e completamente immagazzinata a bordo.

Veicoli a trazione ibrida

  1. Veicoli dotati di almeno una motorizzazione elettrica finalizzata alla trazione con la presenza a bordo di un motogeneratore termico volto alla sola generazione di energia elettrica, che integra una fonte di energia elettrica disponibile a bordo (funzionamento ibrido).
  2. Veicoli dotati di almeno una motorizzazione elettrica finalizzata alla trazione con la presenza a bordo di una motorizzazione di tipo termico volta direttamente alla trazione, con possibilità di garantire il normale esercizio del veicolo anche mediante il funzionamento autonomo di una sola delle motorizzazioni esistenti (funzionamento ibrido bimodale)
  3. Veicoli dotati di almeno una motorizzazione elettrica finalizzata alla trazione con la presenza a bordo di una motorizzazione di tipo termico volta sia alla trazione sia alla produzione di energia elettrica, con possibilità di garantire il normale esercizio del veicolo sia mediante il funzionamento contemporaneo delle due motorizzazioni presenti sia mediante il funzionamento autonomo di una sola di queste (funzionamento ibrido multimodale).

4. Quali sono le tipologie di veicoli maggiormente agevolate?

Non ci sono riserve in merito alle tipologie di veicoli più agevolati né rispetto alla destinazione d’uso.

5. Cosa si intende per veicolo nuovo di fabbrica?

Un veicolo la cui prima immatricolazione deve essere in capo all’acquirente inserito nella prenotazione. 

6. Le biciclette a pedalata assistita sono considerati veicoli agevolabili?

Le biciclette a pedalata assistita non rientrano in nessuna delle categorie di veicoli agevolabili. Sono infatti agevolabili solo i veicoli di categoria M1 e i veicoli di categoria L.

7. È disponibile una lista di modelli di veicoli agevolabili?

NO. La normativa non prevede una lista chiusa di modelli agevolabili. Occorre verificare presso i singoli rivenditori o presso le case costruttrici/importatrici se i veicoli presi in considerazione soddisfano i requisiti previsti dalla normativa.

8. Nel caso di veicoli dotati di impianto a doppia alimentazione metano/benzina o gpl/benzina, questi hanno emissioni differenti se utilizzati con alimentazione a metano o gpl rispetto all’alimentazione a benzina. Ai fini del riconoscimento dei contributi, quali sono le emissioni a cui fare riferimento?

Ai fini del riconoscimento dei contributi, occorre fare riferimento alle emissioni definite in sede di omologazione per il veicolo in questione.

9. Nel caso di veicoli a cui viene installato, in concomitanza all’acquisto un impianto metano o gpl, questi rientrano tra i veicoli agevolabili?

NO. I veicoli agevolabili sono solo quelli nuovi di fabbrica. Le caratteristiche di ammissibilità devono quindi corrispondere a quelle di omologazione da parte del costruttore, risultanti sulla carta di circolazione.

10. Come posso verificare, ai fini della ammissibilità ai contributi, il livello di emissioni di CO2 (g/km, solo categoria M1)?

Per i veicoli di categoria M1, ai fini del riconoscimento dei contributi, occorre fare riferimento alle emissioni definite in sede di omologazione verificabili alla sulla carta di circolazione.

11. Cosa si intende per prezzo di listino?

Il prezzo indicato nel listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice, compresi optional, esclusi IVA e messa in strada (ovvero spese relative all’immatricolazione della vettura, l’IPT, le spese di trasporto ecc.). Lo stesso deve essere inferiore a 50.000 euro.

12. Cosa si intende per veicoli da rottamare oggetto di «ritargatura» ai sensi del Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 2 febbraio 2011 n.76, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 2 aprile 2011?

Si fa riferimento ai veicoli di categoria L per i quali è stato sostituito il vecchio contrassegno di identificazione (“targhino” 5 caratteri) e certificato di idoneità tecnica con la targa a sei caratteri e certificato di circolazione.

13. E’ previsto un limite di Kw per i veicoli di categoria L?

No, le recenti modifiche intervenute hanno escluso un limite di Kw per tutti i veicoli di categoria L.

14. Il pacco batterie va incluso nel prezzo di listino?

Si. Il pacco batterie va incluso nel prezzo di listino in quanto parte integrante del veicolo.