Veicoli di categoria M1

I veicoli di categoria M1 sono destinati al trasporto di persone, con almeno 4 ruote e massimo 8 posti a sedere, oltre a quello del conducente:

Il veicolo acquistato deve essere:

  • nuovo di fabbrica
  • con emissioni di CO2 non superiori a 135 g/km
  • Classe Euro 6 o superiore
  • con prezzo di listino comprensivo di optional (IVA esclusa):
    • 35 mila euro per le fasce 0-20 g/km e 61-135 g/km di CO2
    • 45 mila euro per la fascia 21-60 g/km di CO2

Il contributo varia in base alla consegna di un’auto da rottamare, in particolare:

Esempio 1: con rottamazione

L’auto da rottamare deve essere:

  • di categoria M1
  • intestata da almeno 12 mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o ad uno dei familiari conviventi
  • omologata alle Classi Euro da 0 a 4.

Per la fascia 61-135 g/km CO2 è obbligatorio consegnare un veicolo usato.

Nell’atto di acquisto del veicolo nuovo devono essere indicati:

  • l’auto da rottamare
  • il contributo Ecobonus DPCM del 6 aprile 2022.

Il concessionario entro 30 giorni dalla data di consegna del veicolo nuovo deve:

  • consegnare il veicolo usato ad un demolitore
  • provvedere alla richiesta di radiazione per demolizione allo sportello telematico dell’automobilista

Esempio 2: senza rottamazione

Il contributo senza rottamazione è concesso solo per l’acquisto di un veicolo nuovo di categoria M1 con emissioni comprese nelle fasce 0-20 o 21-60 g/km CO2.
In caso di acquisto senza rottamazione bisogna indicare nell’atto di acquisto del veicolo nuovo il contributo Ecobonus DPCM del 6 aprile 2022.

È previsto l’obbligo di mantenimento della proprietà del veicolo nuovo per almeno 12 mesi in caso di acquisto da parte di persone fisiche e 24 in caso di acquisto da parte di persone giuridiche con finalità di car sharing.